logo


Seminari

22-27 agosto Pietrasanta (LU) XIX edizione del Seminario

La pedagogia della musica secondo Zoltán Kodály

Carta del Docente

Il corso č indirizzato a musicisti, direttori di coro, insegnanti di scuola secondaria di I e II grado, di strumento, di solfeggio, docenti esterni che operano nella scuola materna ed elementare, studenti di Conservatorio, educatori ed operatori musicali ed, in generale, a tutti gli insegnanti attivi nel campo della ricerca didattico-musicale. Obiettivo del corso č di fornire nuovi strumenti didattici con particolare riferimento ai principi pedagogici del pensiero di Zoltán Kodály.

ISCRIZIONI

Programmi

22/25 agosto 2017

Musicianship and Ear Training

SSolfeggio nella concezione kodályana, solmisazione, sistemi di lettura, ascolto interiore e memoria musicale, acquisizione del senso ritmico e formale. Pratica, studio e analisi del repertorio.
Docente: Teresa Sappa

Metodologia

Percorsi didattici per l'apprendimento del linguaggio musicale ed organizzazione della lezione nella didattica kodályana a differenti livelli, dalla scuola materna agli studi superiori.
Docente: Maurizio Bovero

Laboratorio di Improvvisazione Corale

Improvvisazione vocale melodica e armonica, libera e strutturata attraverso vari ambiti, dalla quello pentatonico a quello modale.
Docente: Teresa Sappa

Pratica del repertorio didattico

La pratica vocale delle melodie, base della didattica kodályana, si arricchisce di ostinati ritmici e melodici, body percussion, piccole coreografie, giochi, realizzazioni polifoniche, semplici accompagnamenti strumentali... Durante il workshop verranno proposte, sperimentate e create tecniche di elaborazione dei materiali sonori.
Docente: Giusi Barbieri

Musica nella scuola della infanzia

Il primo approccio alla musica. Gli argomenti toccheranno le modalitŕ di insegnamento dei canti nella scuola d’infanzia, gli effetti positivi dei canti gioco sulla personalitŕ, la simulazione del lavoro in classe, l'ascolto della musica classica nell’infanzia, il rapporto tra lingua e ritmica, l'introduzione di aspetti ritmici e melodici attraverso i giochi e la programmazione del percorso didattico.
Docente: Edit Ács

Ascolto attivo

Lo scopo dell’ascolto attivo, esperienze spontanee e intenzionali nell’ascolto, sviluppo della concentrazione, giochi e proposte per l’ascolto, emozioni e percorsi, strumenti musicali e storie musicali a puntate, proposte per le diverse classi ed etŕ, le forme musicali, immagini dimostrative, insegnare a distinguere la musica di valore, preparazione per il concerto dal vivo e l'organizzazione della “lezione concerto”.
Docente: Tamás Endre Tóth

26—27 agosto 2017

La coralità nella didattica musicale kodályana


Árpád Tóth

(Zoltán Kodály Pedagogical Institute of Music, Kecskemét)

Arpad Toth

Il canto &eagrave; il mezzo principe della didattica del compositore ungherese Z. Kodály, in quanto espressione non mediata della musica. La coralità, infantile e giovanile &eagrave; il naturale sbocco di tale percorso. Saranno trattati, in particolare, lo sviluppo armonico delle capacità vocali e musicali, e, in modo specifico, dell’orecchio polifonico, e le problematiche inerenti al repertorio, in maniera adeguata alle diverse età.

Altri dettagli

Curriculum dei docenti     

  • Árpád Tóth Nato a Budapest nel 1982, laureato presso l’Accademia Liszt di Budapest come direttore di coro, educatore musicale e maestro di solfeggio e di teoria musicale. Ha diretto numerosi cori e ha lavorato per piů di 12 anni con la minoranza ungherese in Slovacchia come direttore di coro ed educatore musicale. Specializzato nella musica contemporanea, ha diretto piů di 30 prime esecuzioni. È Direttore Artistico di diversi eventi musicali, come la “Budapest Night of Choirs” e ’Hajnalok Völgye’, il primo Festival Corale slovacco. Porta avanti da diversi anni un lavoro sull’improvvisazione corale. Č docente presso lo “Z. Kodály Pedagogical Institute of Music” di Kecskemét. (HU)
  • Edit Ács, professoressa di musica, di solfeggio e teoria musicale, laureata in Ungheria, presso la sezione didattica dell’Universitŕ di Debrecen dell’Accademia Musicale “Liszt Ferenc”. Vive in Italia dal 1992. Sta svolgendo attivitŕ di educazione musicale come esperto esterno nelle scuole dell’infanzia e primaria di Cividale del Friuli. Insegna pianoforte a bambini di etŕ scolastica. Direttrice e pianista del Coro Voci Bianche “A.D. Liberale”. Collabora come esperta nel campo dell’educazione musicale con il Metodo Kodály a corsi di aggiornamento e formazione..
  • Giusi Barbieri, diplomata in pianoforte presso il Conservatorio di Milano sotto la guida di Edda Ponti, si č dedicata per alcuni anni alla musica da camera in duo pianistico con Piera Cagnoni; č docente di ruolo nella scuola media dal 1984. Si č dedicata alla pedagogia musicale frequentando i corsi dell’AIKEM e tre edizioni dell'International Kodály Seminar di Kecskemét. Ha pubblicato musicasilo e musicalfabeto, testi dedicati alla realizzazione di un curricolo in continuità per l’insegnamento della musica nella scuola dell’obbligo. È stata titolare di un progetto inserito dal MIUR in Musica 2020, ha svolto incarichi di tutor per il M.I.U.R. in Lombardia.
  • Maurizio Bovero diplomato in Chitarra ed in Prepolifonia, ha, inoltre, conseguito il Diploma Accademico di II livello in chitarra. Ha approfondito un percorso sulla didattica musicale, seguendo numerosi corsi riguardo alle metodologie storiche. Ha conseguito lo Special Certificate nell’ambito del XIX International Kodály Seminar, presso lo "Z. Kodály Pedagogical Institute of Music" di Kecskemét (HU). Tiene regolarmente seminari e corsi sulla didattica della musica. Č stato per molti anni presidente del Centro Goitre, presso cui č stato docente, dal 1999 al 2007, nel corso di didattica musicale “La musica in mente”. Č docente presso la Scuola Media ad Indirizzo Musicale ed č tutor individuato dal M.I.U.R. per Piemonte e Liguria per il DM8. Č presidente dell’AIKEM.
  • Teresa Sappa ha iniziato gli studi musicali con R. Goitre. Diplomata in Chitarra ed in Prepolifonia, ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in Chitarra e quello in Didattica strumentale. Da sempre attiva in ambito didattico e pedagogico, intraprende dagli anni novanta un lungo percorso di studio e ricerca attraverso le principali metodologie europee, operando nell'ambito dell'educazione musicale, strumentale e della coralitŕ. Nel 1997 consegue, presso lo “Z. Kodály Pedagogical Institute of Music” di Kecskemét (HU), lo Special Certificate nell'ambito del XIX International Kodály Seminar. Ha studiato direzione corale con C. Chiavazza, G. Graden, K. Suttner e P. Erdei. Č docente presso la Scuola Media ad indirizzo musicale. Tiene regolarmente seminari e conferenze in ambito didattico e pedagogico. Ha fondato e diretto fino al 2013 l’Ensemble Claricantus. Č coordinatore didattico dell’ AIKEM.
  • Tamás Endre Tóth, professore di musica, di solfeggio e teoria musicale, laureato in Ungheria, presso la sezione didattica dell’Universitŕ di Debrecen dell’Accademia Musicale “Liszt”. Vive in Italia dal 1992. Docente formatore per l’educazione musicale ed esperto esterno nelle scuole dell’obbligo dell’Istituto Comprensivo di Cividale e Manzano. Si occupa di composizione corale e dirige il Coro di Voci Bianche di Cividale del Friuli. Ha partecipato come relatore a diversi corsi di formazione e convegni sull’educazione musicale. Ha partecipato al progetto “REMUS”, esperimento sull’influenza della musica sui bambini con problemi di dislessia, come formatore dei docenti, tenuto nel 2011 a Trieste e Roma con Onlus Salute dei Bambini. Č presidente dell’Associazione Ut Re Mi.
ISCRIZIONI

Per iscriversi è necessario effettuare il pagamento e inviare la scheda di iscrizione, dopo averla compilata e salvata, tramite posta ordinaria ad AIKEM, via Pastore 2- 20064 Gorgonzola o come allegato

La quota può essere versata :

  • con la Carta del Docente
  •  con bollettino postale sul CCP 23623507 intestato a AIKEM
            (Associazione Italiana Kodály Educazione Musicale)
  •   con bonifico bancario: IBAN IT 46 G 07601 02800 0000 23623507
  •  oppure direttamente con carta di credito tramite Paypal, cliccando su "iscrizione" dopo aver scelto l'opzione desiderata:
opzioni

Per chi usufruisce della Carta del Docente, ecco la procedura per emettere il buono correttamente:

  • crea buono
  • Per quale tipologia di esercizio/ente? fisico
  • Per quale ambito? formazione e aggiornamento
  • Scegli un bene/servizio: CORSI AGGIORNAMENTO ENTI ACCREDITATI/QUALIFICATI AI SENSI DELLA DIRETTIVA 170/2016
  • inserire l’importo
  • crea buono, salvalo in pdf ed invialo all’indirizzo iscrizione@aikem.it



Informazioni utili